Le piante definite da interno stanno riscoprendo un periodo di gloria: la nuova tendenza concepisce il verde come elemento di connessione con il mondo esterno, per contrastare uno stile di vita spesso frenetico e stressante e ricreare la sensazione di benessere data dal contatto con la natura. In quest’ottica, le piante al momento più gettonate sono quelle da utilizzare in abbondanza per riprodurre un effetto giungla, tema tra l’altro declinato anche nelle stampe dei complementi tessili, nell’arredo e nell’abbigliamento.

JUNGLE STYLE

Lo stile Jungle si adatta a differenti tipi di arredo: non occorre stravolgere la casa, basta anche una piccola zona dove ci sia spazio a sufficienza per accostare piante in vaso di forma e dimensioni varie, appoggiate a terra, oppure su un mobile o ancora su scaffali e mensole. Potete abbinare piante differenti, scelte secondo il vostro gusto personale, e dare omogeneità all’insieme utilizzando vasi nello stesso stile, ma con forme diverse. Scegliete comunque specie che siano di vostro gradimento, così da stimolare in voi maggiore interesse nel salvaguardarle. Ecco qualche esempio di piante tropicali dalle forme minimali e geometriche, al momento tra le più apprezzate: Alocasia zebrina, Pilea peperomioides, Monstera deliciosa, Monstera obliqua (comunemente chiamata swiss cheese). Per chi ha poco spazio, da segnalare il grande ritorno di Scindapsus aureus, meglio conosciuta con il nome di Pothos. Per chi invece non ha problemi di spazio, banano e kentia sono il must del momento.

DA SAPERE

È importante che negli ambienti in cui sono accolte le piante “effetto giungla” vi sia sufficiente luminosità, per garantirne una crescita sana. Da sapere: la disposizione raggruppata, oltre ad enfatizzare l’effetto desiderato, crea un microclima idoneo allo sviluppo delle piante stesse. Se siete a digiuno di giardinaggio, fate attenzione a scegliere piante da appartamento e non da esterno, per evitare spiacevoli sorprese nella coltivazione che possono demoralizzare anche i meglio intenzionati. 

PER PURIFICARE L’ARIA

Abbiamo detto che le piante non sono solo un puro complemento di arredo, ma assumono un ruolo importante per la propria qualità di vita. È infatti scientificamente provato che circondarsi di verde reca benefici alla salute a livello psicofisico. Inoltre la presenza delle piante purifica l’aria degli ambienti chiusi dalle sostanze chimiche nocive derivanti da vernici e materiali con cui sono prodotti alcuni mobili, dall’uso di detersivi, dalle apparecchiature tecnologiche. Per purificare l’aria e per godere dell’effetto giungla, il consiglio è di sistemare in massa nelle zone più luminose della casa piante di aloe (Aloe vera), dracena (Dracena marginata), falangio o nastrina (Chlorophytum comosum), ficus (Ficus benjamina), pothos (Scindapsus aures), sansevieria (Sansevieria trifasciata), spatifillo (Spathiphyllum Mauna Loa).

 

Articolo di di Simonetta Chiarugi, www.aboutgarden.it

Potrebbe interessarti anche...