Si vedono sulle riviste di arredamento o nei locali trendy: ecco le istruzioni per realizzarne uno a casa propria.

Arriva dall’Oriente la tendenza di decorazione che tutti vogliono provare a mettere in pratica: il Kokedama è una sfera di terra ricoperta di muschio che ospita al suo interno alcune piante. La parola giapponese letteralmente significa “perla di muschio”. Si tratta di una decorazione che utilizza una tecnica proveniente dall’ambito dei bonsai: pre-vede che le minute dimensioni della sfera impediscano lo sviluppo della pianta, nel tentativo di modellare e controllare la natura. Realizzare un Kokedama è abbastanza semplice, scegliete una pianta perenne di facile coltivazione per creare una bella decorazione da adagiare su un vassoio o un bel piatto antico oppure da regalare agli amici.

OCCORRENTE PER CREARE UN KOKEDAMA A CASA:
• Piantina verde in vaso da 5/7 cm, meglio se una pianta perenne adatta anche alla vita in appartamento come una felce, una piccola orchidea, una tradescantia.
• Muschio
• Tessuto non tessuto
• Akadama e keto, speciali terre argillose da bonsai che si acquistano nei garden center specializzati.
• Fil di ferro da fiorista o filo di nylon

COME FARE:
• Svasare la piantina ed eliminare gran parte della zolla di terra liberando un po’ le radici. In una bacinella unire le due terre da bonsai, oppure terra normale da giardino mescolata a terriccio da succulente, e amalgamarle aggiungendo l’acqua.
• Ritagliare un cerchio di tessuto non tessuto utilizzando, per tracciare il disegno, la base di una tortiera da 26 centimetri.
• Inserire al suo interno il terriccio e la piantina.
• Avvolgere la porzione di terra con le radici nel tessuto non tessuto e fermare il tutto al colletto della pianta con un po’ di spago.
• Ora è più semplice ricoprire il tutto con il muschio fresco.
• Fermare il muschio sulla sfera con un fil di ferro da fiorista o con del filo di nylon oppure utilizzare uno spago per un risultato più country; passare più volte il filo attorno alla sfera finoa essere certi di aver bloccato tutti i frammenti.
• Terminato il lavoro, nebulizzare con acqua e porre il Kokedama in un luogo luminoso della casa.

Il Kokedama potrà essere ospitato su una superficie non porosa come un’alzatina di ceramica oppure, nel caso dei string gardens, potrà essere appeso al soffitto mediante uno spesso filo di nylon.

CONSIGLIO:
Bagnare due o tre volte alla settimana (o comunque quando la superficie si presenta asciutta) vaporizzando o immergendo la sfera in una bacinella d’acqua e lasciando poi scolare quella in eccesso.

Potrebbe interessarti anche...