Ottenuto dai due vitigni autoctoni più rappresentativi della produzione vinicola pugliese, il Raro manifesta tutte le sue potenzialità in abbinamenti solo apparentemente scontati, come quelli con i piatti di arrosto al forno o di carne alla griglia, ma anche di stufati e selvaggina in salmì. Esprime al meglio le sue potenzialità se servito ad una temperatura tra i 16° e i 18°C.

Potrebbe interessarti anche...